PANCHINA ROSSA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE ISTALLATA NEGLI UFFICI DELL’ AGENZIA DELLE ENTRATE DI PALERMO

Questo articolo è già stato letto 147 volte

Diadmin

Mag 7, 2021

«La panchina rossa è un monumento civico dedicato a tutte quelle donne che non possono più parlare , ma lo fanno attraverso la panchina che quindi dovrà essere ascoltata, ogni giorno, mentre si passa vicino ».

Scritto da : Maria Concetta Cefalu’

In data odierna presso l’Agenzia delle Entrate – Direzione Regionale della Sicilia – Via Konrad Roentgen a Palermo è stata istallata una panchina rossa contro la violenza sulle donne. E’ stata scelta la vigilia della ” Festa della Mamma ” per l’ inaugurazione, proprio per ricordare tutte le donne ed in particolare le mamme che sono state vittime di femminicidio . La panchina è stata posta negli spazi verdi dell’ Agenzia delle Entrate, accanto l’albero di mimosa già dedicato a Piera Napoli lo scorso 8 marzo, la cantante neomelodica vittima di femminicio. La cerimonia è stata presieduta dal Direttore Regionale della Sicilia Dott. Pasquale Stellacci e da alcuni funzionari dello Staff. La Responsabile Nazionale Isa Maggi da Pavia nel ringraziare il Direttore Regionale Stellacci ha affermato che grazie anche al coinvolgimento delle istituzioni pubbliche sarà possibile eliminare dalla nostra società ogni sorta di violenza e in particola quella  sulle donne. Isa Maggi , inoltre, ha aggiunto : « la panchina rossa è un monumento civico dedicato a tutte quelle donne che non possono più parlare , ma lo fanno attraverso la panchina che quindi dovrà essere ascoltata, ogni giorno, mentre si passa vicino ». A rappresentare gli Stati Generali delle Donne, quale referente e del progetto “Panchina rossa” in Sicilia la musicista Maestro Giovanna Pia Ferrara , vincitrice del prestigioso premio : ” Donne che ce l’hanno Fatta” e da anni impegnata nel sociale e nella difesa dei diritti delle donne con l’Associazione Culturale Brancaccio e Musica di cui è Presidente e Direttore Artistico.

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You missed

Lavoro minorile: dichiarazione congiunta dell’Alto rappresentante e della Commissione in occasione della Giornata mondiale contro il lavoro minorile In occasione della Giornata mondiale contro il lavoro minorile, la Commissione e l’Alto rappresentante hanno rilasciato la seguente dichiarazione: “Nel 2021 celebriamo l’Anno internazionale per l’eliminazione del lavoro minorile. Nonostante i progressi compiuti a livello mondiale nel corso degli anni, nel 2020 erano ancora 160 milioni i bambini coinvolti nel lavoro minorile e 79 milioni erano assoggettati a lavori pericolosi. L’Unione europea adotta un approccio di tolleranza zero nei confronti del lavoro minorile. L’UE lavora in tutto il mondo per eliminare il lavoro minorile e proteggere i bambini mediante la cooperazione allo sviluppo, il dialogo politico, i diritti umani e le politiche sociali, umanitarie e commerciali, con una serie di strumenti, iniziative e progetti quali ‘CLEAR Cotton’, la strategia dell’UE sui diritti dei minori e la nuova strategia di lotta contro la tratta di esseri umani 2021-2025. Nella lotta contro la pandemia di coronavirus dobbiamo intensificare gli sforzi per evitare che i diritti dei minori facciano un passo indietro. Dobbiamo garantire che i bambini siano al centro della ripresa globale post COVID-19. I bambini sono la chiave di un presente e di un futuro migliori, ed è imperativo consentire loro di esprimere appieno il loro potenziale.”