L’ italiano Domenico Pratico nominato “Esperto mondiale sulla malattia di Alzheimer”.

Questo articolo è già stato letto 137 volte

DiRedazione

Nov 26, 2023

Scritto da : Maria Concetta Cefalu’

VIDEO INTERVISTA

Domenico Praticò nasce a Melito Porto Salvo (RC) il 14 agosto 1962. Dopo aver frequentato il liceo classico “Tommaso Campanella” di Reggio Calabria, nel 1980 si trasferisce a Roma dove si iscrive alla facolta’ di Medicina e Chirurgia.
Si laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università La Sapienza di Roma nel Luglio del 1986 e nella stessa Universita’ presso il Policlinico Umberto I completa il Corso di specializzazione in Medicina Interna (1991).
Nel 1992 risulta vincitore di una borsa di studio messa al bando dalla Bristol Meyer and Squibb per giovani medici per andare all’estero a condurre un progetto di ricerca da lui proposto. Grazie a tale borsa di studio nello stesso anno Dr. Praticò si trasferisce a Dublino in Irlanda dove lavora presso l’ospedale “Mater Misericordiae” che fa parte dell’University College Dublin.
Nel 1994, Dr. Praticò si trasferisce a Philadelphia, Sati Uniti d’America, all’Università della Pennsylvania dove viene nominato Ricercatore Associato nel Dipartimento di Farmacologia.
Tale periodo e’ costellato da molti successi dal punto di vista professionale (pubblicazione di numerosi articoli scientifici di grande importanza) a tal punto che la stessa Università gli offre la green card (residente permanente degli USA) come scienziato di valore internazionale. In aggiunta viene promosso al ruolo di Professore Assistente (il primo gradino nella carriera universitaria).
Tre anni dopo viene promosso al livello di Professore Associato di Farmacologia presso la stessa università.
Nel 2007 si trasferisce dall’ Università della Pennsylvania alla Università Temple, sempre a Philadelphia, dove oltre che Professore associato Farmacologia gli viene conferito il titolo di Direttore del Laboratorio di Ricerca sulle Malattie Neurodegenerative.
Nel 2011 diventa Professore Ordinario di Farmacologia, Microbiologia e Immunologia alla Università Temple.
Nel 2017, gli viene conferita la cattedra Scott Richards per la Ricerca sulla malattia dell’Alzheimer e l’anno successivo viene nominato Direttore del Centro di Ricerca e Studi sulla malattia dell’Alzheimer, presso la Facolta’ di Medicina dell’Universita’ Temple.
Durante la sua carriera scientifica l’area di ricerca e lavoro del Prof. Praticò e’ stata incentrata sullo studio dei meccanismi cellulari e molecolari che sono coinvolti nel mantenere la salute del cervello, l’invecchaimento cerebrale e la patogenesi delle malattie neuodegenerative come l’Azheimer, Il morbo di Parkinson e la demenza frontotemporale.
Gli studi condotti dal Prof. Praticò sono stati i primi a delineare il ruolo che lo stress ossidativo ha nella malattia di Alzheimer. In aggiunta, le sue ricerche sono state fondamentali per capire come la infiammazione cereberale puo’ influenzare l’inizio e il decorso della stessa malattia.
Il laboratorio del Prof. Praticò e’ stato uno dei primi a spiegare come le scelte dietetiche che noi facciamo possano anche influenzare le capacita’ mnemoniche, e l’invecchiamento cerebrale. Fondamentali sono I suoi studi sull’effetto che l’olio extra vergine di oliva ha sulla plasticita’ e funzioni delle cellule nervose e la loro capacita’ di difendersi da insulti vari.
Il Prof. Praticò e’ riconosciuto a livello internazionale come un esperto sulla malattia di Alzheimer, l’invecchiamento cerebrale e le malattie neurodegenerative. Fino ad oggi ha pubblicato piu di 300 articoli su riviste scientifiche specializzate, ha scritto piu’ di 25 capitoli tematici su vari volume, ed ha publicato un libro dedicato alle nuove scoperte e terapie della malattia di Alzheimer.
Durante la sua carriera accademica, il Prof Praticò ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti per le sue scoperte scientifiche. Tra questi ricordiamo: il premio Irvine Page; il premio Zenith da parte della Associazione sull’Alzheimer; il premio Dorothy Dillon da pare della Associazione Americana sullo studio dell’invecchiamento; il premio Paul Eberman e il premio Marconi Scienza. Recentemente il Prof. Praticò e’ stato insignito del titolo di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana da parte del presidente della Repubblica, Mattarella.
In riconoscimento dei suoi contributi nel campo medico scientifico, il Prof. Praticò e’ stato eletto membro del Colleggio dei Medici di Philadelphia, membro dei F1000 esperti sulla malatta di Alzheimer, e membro della Associazione Americana per l’Avanzamento delle Scienze. Infine, in base alle numerose e importanti pubblicazioni scientifiche il Prof. Praticò e’ stato recentemente nominato “Esperto mondiale sulla malattia di Alzheimer”.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *