Unione dei Consoli Onorari in Italia, Palmigiano nominato nel collegio dei probiviri

Questo articolo è già stato letto 47 volte

DiRedazione

Feb 7, 2024

Scritto da : Redazione

Riconoscimenti importanti per i consoli onorari palermitani Alessandro Palmigiano e Antonio Di Fresco, vice decano e segretario del corpo consolare di Palermo e consoli rispettivamente della Repubblica di Lituania e della Corea per la Regione Siciliana.
Palmigiano è stato nominato nel collegio dei probiviri dell’Unione dei consoli onorari in Italia (Ucoi) mentre Di Fresco entra a far parte del direttivo. L’Ucoi, riconosciuta dal Ministero degli Affari esteri, nasce nel 1977 e riunisce la maggioranza dei consoli onorari in Italia, con l’impegno, tra le molteplici funzioni, di disciplinare e concordare le iniziative volte ad assicurare ai cittadini dello Stato estero rappresentato, l’assistenza umanitaria e sociale di cui essi avessero bisogno ai fini di una migliore integrazione nelle loro condizioni di vita, di soggiorno e di lavoro nonché favorire lo sviluppo di iniziative sociali, culturali ed economico-commerciali tra i Paesi rappresentati e l’Italia. “Il consiglio di Presidenza, riunitosi a Roma negli scorsi giorni, ha deliberato, su mia proposta, di nominarTi componente del collegio dei probiviri – si legge nella nota
che il segretario nazionale ha inviato ad Alessandro Palmigiano – proprio perché il nostro sodalizio ha bisogno di circondarsi di validi colleghi per rafforzare la sua attività”. “Sono lieto di questa nomina, sia sotto il profilo personale, in quanto si tratta di un riconoscimento per un incarico che svolgo con dedizione dal 2009, ma anche per la nostra città – ha commentato orgoglioso Alessandro Palmigiano –. Avere sia me che il collega Di Fresco all’interno degli organi dell’Ucoi, premia il nostro impegno per i Paesi che rappresentiamo ma anche per la città di Palermo, con la quale siamo in continuo dialogo e collaborazione. Accade spesso, purtroppo, che il nostro ruolo venga visto unicamente come portatore di privilegi e non di ricchezza per il territorio e queste nomine danno un segno importante”.
Ad aprile è in programma la riunione nazionale Ucoi e, in quella sede, Di Fresco e Palmigiano porteranno la loro esperienza e le best practices del corpo consolare di Palermo.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *