INTERVISTA AD ANITA VITRANO – LA POETESSA DELLA GIOIA CHE REGALA EMOZIONI CON I SUOI VERSI

Questo articolo è già stato letto 163 volte

Diadmin

Dic 6, 2020

Poetessa palermitana vincitrice di numerosi premi, che inneggia alla
vita « ruffiana ed impavida , giocosa e misteriosa! »

Scritto da : Giovanna Pia Ferrara

 

Nell’antica Grecia con il termine mousiké ovvero «arte delle Muse » si
denominava l’insieme delle arti sorelle figlie di Zeus e di Mnemosine .
Esse erano : la poesia, la musica, la danza, dove i versi si adattano al ritmo e
al movimento del corpo. Nel corso dei secoli la musica e la poesia hanno
raggiunto l’apice dello sviluppo nell’arte. Recitare poesie è come cantare un
brano musicale. Quanto incide la musica nella creazione delle sue poesie?                                                                            
Tutto il creato è musica, basta saperlo ascoltare con le orecchie del cuore, la Poesia
è essa stessa ascolto, la musica del mare per esempio mi ispira molto, direi è un filo
sottile che costeggia e impreziosisce i miei versi, è respiro. La musica per me è
l’altare sopra il quale si celebra Poesia.

Lei è stata vincitrice del Premio Arberesh e Friends Internazionale di poesia
Piana degli Albanesi 2009 Menzione d’onore. A quale tema si è ispirata per
scrivere questo componimento?                                                                                                                                                               
Per un poeta scrivere quindi comporre è come leggere attraverso le righe del tempo
per renderlo eterno, io mi ispiro alla vita e all’amore che essa celebra.

Dai suoi lavori si evincono una molteplicità di argomenti trattati, la vita, la
donna e la nostra Sicilia, poesie scritte in lingua italiana e siciliana. A quali
figure poetiche, temi, e soggetti si ispira per scrivere le sue poesie ?                                                                                         
Per la realizzazione delle mie opere poetiche non mi ispiro ad un modello poetico,
o un tema o a soggetti specifici, le mie opere sono spontanee, nascono dal piu’
profondo del mio intimo, e con esse desidero esprimere tutto l’ardire che ho
dentro, e soprattutto quello che i miei occhi ammirano . Il mio desiderio è dare
corpo alle parole di cio’ che i miei occhi osservano e contestualmente trasmettono
alla mia anima.

In Età antica, precisamente nella cultura egizia ed in quelle dell’arcaica
mesopotamia la donna rivestiva un ruolo elevato all’interno della società. In
Egitto vi furono donne faraone ricordate per le loro imprese gloriose:
Hatshepsut, Nefertiri e Cleopatra. Grandi poeti decantano la figura della
donna da Dante a Petrarca sino a Tagore. Chi è la donna delle sue poesie ?                                                                            
La donna dei miei versi è forte, intraprendente, tenace, solerte, coraggiosa, un puro
canto, un ode sviscerata di bellezza e fragilità, battagliera e magnifica. Puo’ darsi
che non sia obiettiva nel decantarla, è vero sono istintiva, forse perché anch’io sono
una donna. Tante mie lettrici si immedesimano nelle donne delle mie poesie, e
tavolta sino ad indentificarsi.

Quale aforisma rappresenta la sua vita, e quale esprime l’amore per la sua
poesia?                                                                                                                                                                                                                
Un aforisma che rappresenta la mia vita è « Il sorriso è l’anticamera della felicità».
L’aforisma che esprime l’amore per la mia poesia è : « Poesia è … respiro d’anima
che si fa parola ».

 

 

Cassetti di luce

Cassetti pregni di luce
attimi incastonati d’eterno
pulviscoli di tempo giuocano con i nostri volti
spogli di carne
vestiti di noi
sovvertono l’ordine del creato
con due occhi protesi verso dove l’arguzia si sposa con la volontà
dentro i vicoli della notte
dove l’onda sbatte.
                                   Anita Vetrano

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *