” Nel Furor delle tempeste” . Breve vita di Vincenzo Bellini di Luigi La Rosa

Questo articolo è già stato letto 15 volte

In copertina : lo scrittore Luigi La Rosa, Il Direttore del giornale Maestro Giovanna Ferrara, il Maestro Giuseppe La Rosa

Musica e storia insieme per raccontare la vita e le opere del famoso compositore siciliano , tra i più celebri operisti dell’Ottocento autore di : La sonnambula, Norma e I puritani.

Scritto da : Maria Concetta Cefalu’

Oggi 24 gennaio 2023 alle 10.30 , presso il Conservatorio Alessandro Scarlatti già Vincenzo Bellini di Palermo “Sala Sollima “, si svolgerà la presentazione del libro dello scrittore Giuseppe La Rosa dal titolo: ” Nel Furor delle tempeste” . Breve vita di Vincenzo Bellini. Ad organizzare e moderare l’evento il Maestro Giuseppe La Rosa docente di elementi di composizione per la didattica della musica presso il Conservatorio Statale Alessandro Scarlatti. L’ingresso è libero sino ad esaurimento dei posti.

Maestro Giuseppe La Rosa
Giuseppe La Rosa, Compositore e Didatta nasce a Lercara provincia di Palermo nel 1970. Diplomato in Composizione e Strumentazione per Orchestra di Fiati presso il Conservatorio di musica di Verona, successivamente consegue la laurea in Musicologia (DAMS) presso l’Università di Bologna ed il Biennio di Specializzazione Post-lauream in Didattica della musica presso l’ Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma, completando la sua formazione culturale e musicale con grandi musicisti tra i quali : A. Clementi, G. Stefani, L. Di Segni –Jaffè, M. Angel Lladò. Vincitore di concorso pubblico per esami e titoli, ha svolto attività di Docente presso i Conservatori di Bari, Reggio Calabria, Cosenza, Messina, oggi è docente di elementi di composizione per la didattica della musica presso il Conservatorio Statale Alessandro Scarlatti di Palermo.

Attività professionale ed artistica del Maestro Giuseppe La Rosa
La produzione musicale del Maestro La Rosa è caratterizzata da una poetica musicale che affonda le radici nelle tradizioni culturali e storiche ispirate contestualmente dai codici colti e da quelli popolari presenti nel grande repertorio italiano ed europeo di fine Ottocento e Novecento. Il suo catalogo comprende oltre 300 composizioni per ogni tipo di organico alcune delle quali edite da Eridania di Mantova. Ha realizzato lavori oggi eseguiti in ogni parte d’europa, composizioni per i nuovi linguaggi, cortometraggi e musica per le immagini, pubblicato numerosi CD, tra i quali uno con l’ editore GDM di Roma contenente un’ antologia di brani di vari autori per gli audiovisivi destinati alle emittenti RAI e LA7. Svolge corsi di Didattica, Composizione e Musica da Film (SIAE/Moger 2019) per vari enti ed istituzioni. Presso il Parco archeologico Valle dei Templi di Agrigento, all’interno della stagione artistica “I venerdì nella Valle”, ha presentato due opere in prima esecuzione assoluta: “Valle dei Templi” (2014), “A Mida Auleta” (2015) su testi di Pindaro. La sua composizione per orchestra “Preludio Sinfonico”, è stata eseguita in prima assoluta presso il Teatro Massimo in occasione dell’ inaugurazione dell’ anno accademico 2015/2016 .

Tra i numerosi lavori del Maestro Giuseppe La Rosa
La composizione “La Libertà” dedicata ai giudici  Falcone e Borsellino è stata eseguita nel novembre 2016 in anteprima assoluta a Corleone, diretta dall’autore: la prima esecuzione nazionale è avvenuta l’8 dic. 2016 a Rovereto (Tn) presso il Teatro Zandonai. Dal 2010 al 2014 è stato consulente artistico dell’ “Accademia Secolo XXI” di Legnago ( Verona ), seguendo le produzioni dei Cd realizzati per la RAI “Jeux et paysages”(2012), “Landscapes” (2013), “Dai Balcani al Mediterraneo” (2015), e la organizzazione del Concerto live per la Valle dei Templi di Agrigento (luglio 2014). Ha scritto anche diversi testi tra cui ricordiamo: “La Sicilia in Goethe e nei viaggiatori Tedeschi” (94), “Didattica della musica”(94), la “Pedagogia musicale”(99), pubblicati da Promopress di Palermo.

Gli Incarichi istituzionali
Numerosi gli incarichi Istituzionali ricoperti dal Maestro Giuseppe La Rosa : presso il Conservatorio di Palermo è coordinatore del Triennio di didattica (dal 2013), consigliere Accademico (2011/2014 e 2014/17); è Presidente o componente in otto commissioni per la formulazione delle “Graduatorie d’ istituto” ai fini del conferimento di incarichi di docenza presso i Conservatori; Presidente o componente in oltre 30 commissioni per la formulazione delle “Graduatorie d’ istituto” ai fini del conferimento di incarichi di docenza in altri Conservatori, Istituti o Scuole di musica; Commissario esterno in esami di Diploma di Didattica della Musica in altri Conservatori. Componente del seggio elettorale per le elezioni del Direttore per il Triennio 2008/2011; componente di commissione per la “Equipollenza dei titoli di studio” rilasciati da istituti italiani o stranieri; componente di commissione per l’ utilizzazione temporanea dei docenti, ex Art. 4 C.C.N.D. del 30/05/2002; componente di commissione per l’ individuazione dei Tutor dei corsi Abilitanti; co-coordinatore “Corsi Abilitanti” Pas 1° Ciclo, Pas 2° Ciclo, TFA A031, A032 e A077; collaboratore del Direttore per i rapporti con le “Istituzioni Scolastiche” (2014-2015-2016); collaboratore del Direttore per i rapporti con le “Scuole Convenzionate” (2016). Presso il Provveditorato agli studi di Palermo è componente del “Gruppo operativo per la pratica della musica nelle scuole di ogni ordine e grado e per la verticalità del curriculum in musica” (2012-2015).

Luigi La Rosa
Luigi La Rosa nasce a Messina nel 1974, giornalista e scrittore, ultimamente si divide tra l’Italia e Parigi. Studia per diversi anni pianoforte e composizione, e dopo la laurea in lettere collabora con quotidiani e riviste. Docente di scrittura creativa, ha curato per Touring Club la sezione letteraria e artistica dell’ultima guida verde di Parigi, per Rizzoli-Bur numerosi volumi e raccolte saggistiche tra i quali : ” Pensieri di Natale”, “Pensieri erotici”, “L’anno che verrà” e  “L’alfabeto dell’amore “. Le sue pubblicazioni evidenziano una grande passione per lo studio e la ricerca capace, come pochi, di trasformare la ricchezza e la bellezza interiore in parole, di trasmettere grandi e profonde emozioni, di svelare i misteri del tempo, dell’animo e della vita, il senso dell’eterno e contestualmente l’infinito dell’essere. La Rosa con la sua penna e col cuore ci invita in un meraviglioso viaggio, lontano dal tempo, magnifico, eterno ed immutato e cristallizzato, dove sono dettagliatamente descritti grandi geni ed eccellenze della storia della letteratura o della musica, dove scenari veridici, ricchi di luoghi toccanti, di significati, di storia e d’amore resteranno incancellabili per sempre nel nostro cuore e nella nostra mente. Tra le sue opere : “Nel furor delle tempeste. Breve vita di Vincenzo Bellini”,  ” L’uomo senza inverno. Storia di un genio dimenticato dell’Impressionismo”, ” A Parigi con Marcel Proust”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *