Memorie di vagabondaggi – Mostra fotografica di Martino Zummo

Questo articolo è già stato letto 15 volte

Scritto da : Maria Concetta Cefalu’

Sabato 4 febbraio 2023, presso l’Archivio Storico del Comune di Palermo, alle ore 17.30, si inaugura la mostra fotografica di Martino Zummo dal titolo Memorie di vagabondaggi.
Questa è la prima di una rassegna di sei, organizzate e curate da Collettivof – www.collettivof.com – che si dispiegheranno nel corso dell’intero anno.
Si tratta di una mostra antologica che raccoglie le fotografie che Zummo ha realizzato nell’arco di una trentina d’anni, vagabondando per il Mediterraneo che è, per lui, una prolifica, infinita fonte di ispirazione.
Le stampe sono trenta, in bianco e nero e, per lo più, vintage.
Collettivof si è impegnato nella realizzazione di esposizioni fotografiche che ospitino al loro interno anche dei momenti di riflessione, guidati di volta in volta da esperti competenti, in modo da coniugare l’emozione per l’esperienza della fruizione e l’analisi che si può far derivare dai temi affrontati dai diversi autori. Nel caso della mostra di Martino Zummo, sabato 11 febbraio alle ore 17.30, sempre presso l’Archivio Storico, interverrà il giornalista Mario Azzolini.
La mostra resterà visitabile fino al 18 febbraio, dal lunedì al venerdì tra le 9.00 e le 13.00, il mercoledì dalle 9.00 alle 17.00, il sabato e la domenica tra le 10.00 e le 17.00.
L’ingresso è libero.

Martino Zummo
Nato a Palermo nel 1958, si  laurea  presso la facoltà di Giurisprudenza,  al corso di laurea in Scienze Politiche e  svolge per conto di vari gruppi ed enti teatrali palermitani (Teatro Libero) i suoi primi incarichi professionali come fotografo di scena. Per conto del CRESM (Centro di Ricerche Sociali ed Economiche per il Mezzogiorno),  realizza la campagna fotografica sul territorio coinvolta nel progetto “PROGRAMMA EUROPEO PER LA LOTTA ALLA POVERTÀ”,  progetto finanziato dalla CEE e dalla Regione Siciliana.  Collabora con l’editore Sellerio in occasione del libro “Dal quarto al Volturno. Noterelle di uno dei Mille” e al volume Sellerio “Un fotografo in Sicilia” (Ed. Harvill – Londra). Organizza la  Mostra  itinerante in Europa e in America, “Amen Photography” di Italo Zannier. Nel  2001  riceve il premio “Friuli Venezia Giulia Fotografia 2001′ XV edizione”  promosso dalla Segreteria del Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia. Nel 2003 partecipa alla Collettiva a Biel (Svizzera) insieme a HCBresson, Felice Beato, Lucien Clergue, Flor Garduno, Luigi Ghirri, Man Ray, George Rodger, Christian Vogt, Wilhelm von Gloeden, Weegee, a cura della Fondazione Svizzera della Fotografia di Zurigo; Museo Etnografico Neuchâtel; Collezione C.H. Mostra Favrod e collezione della città di Bienne organizzata dall’Ufficio federale della cultura . Nel 2005 partecipa a  Dusseldorf – Colonia – Francoforte alla mostra dal titolo :  “Goethe in Sicilia – Impressioni senza tempo”. Quarantotto fotografie dedicate al viaggio di Wolfgang Goethe in Sicilia, a cura del Goethe Museum Dusseldorf e della Fondazione Anto e Katharina Kippenberg, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Colonia. Nel 2010  è selezionato per la mostra dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Le fotografie di Martino Zummo sono nelle collezioni di: Victoria and Albert Museum, Londra Museo d’Arte Moderna, San Francisco Fratelli Alinari, Firenze , Fondo per la Cultura Assicurazioni Generali Olandesi, Amsterdam .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *